10 Strategie sulle Opzioni da conoscere

10 Strategie sulle Opzioni da conoscere

10/12/2016

10 Strategie sulle Opzioni da conoscere 4.88/5 (97.50%) 16 votes

chessDi frequente molti traders entrano nell’arena del mercato delle opzioni con poca, e talvolta nessuna conoscenza di quante strategie siano disponibili per limitare i rischi e massimizzare di conseguenza gli utili, è possibile al contrario con una certa facilità imparare ad approfittare della versatilità e del potenziale delle opzioni come strumento di trading finalizzato a contenere eventuali perdite. A seguire presentiamo 10 strategie che, pur non esaurendo il panorama delle opportunità offerte da questo versatile strumento,  possono essere usate in un contesto di trading in scenari e con finalità differenti. Lascio il titolo in inglese, normalmente si usa questa terminologia.

1. Covered Call

Oltre al semplice acquisto di una Call, è possibile porre in essere anche quella che viene definita una strategia coperta. In due parole una compravendita che può essere simultanea o innestarsi su una situazione pregressa. Con questo approccio operativo il trader compra l’asset sottostante alla Call e al tempo stesso (o successivamente) vende una Call sul sottostante medesimo. Naturalmente per funzionare in maniera perfettamente simmetrica il valore del sottostante acquistato dovrebbe coincidere con il nozionale della call (vale a dire il valore del sottostante sul quale la Call è scritta). Un trader può voler mettere in piedi una strategia di questo tipo nel caso in cui magari, già con una posizione in utile sul sottostante, abbia aspettative di mercato sostanzialmente neutro o leggermente ribassista. Il premio incassato con la vendita dell’opzione costituirebbe nel primo caso un ulteriore utile e nel secondo un margine aggiuntivo se le cose dovessero cominciare a prendere la direzione sbagliata.




2. Bull Call Spread

Uno spread verticale è una eccellente strategia a rischio relativamente limitato, un investitore comprerà contemporaneamente opzioni Call ad un determinato prezzo d’esercizio, vendendo lo stesso numero di Call a un prezzo più elevato. Entrambe le opzioni Call avranno la stessa scadenza e lo stesso sottostante. Questo tipo di strategia viene spesso utilizzato quando il trader è rialzista ma si aspetta un moderato aumento del prezzo dell’attività sottostante. Se le sue aspettative risultassero confermate anche durante il corso di vita delle opzioni si apprezzerebbero più di quanto non accadrebbe a quelle vendute permettendogli di uscire in utile. La perdita potenziale viceversa è fissa ed è definita dal differenziale dei premi pagati. Il Bull Call Spread offre ai trader una strategia in cui perdite e profitti sono limitati dalla struttura stessa dell’operazione.

3. Bear Put Spread

Il Bear Put Spread è il corrispettivo del Bull Call spread, si tratta di un altro spread verticale. Mentre vendendo una azione allo scoperto ci si espone a perdite potenzialmente illimitate qualora il mercato si muova in direzione rialzista, con questa strategia l’investitore andrà contemporaneamente ad acquistare opzioni put con un prezzo di esercizio specifico e vendere lo stesso numero di opzioni a un prezzo inferiore. Entrambe le opzioni avranno la stessa attività sottostante e la stessa data di scadenza. Questo metodo viene utilizzato quando il trader ha aspettative al ribasso e ritiene che il prezzo dell’attività sottostante possa scendere, quando vuole puntare al ribasso senza immobilizzare il capitale necessario per effettuare una vendita allo scoperto. Offre limitati guadagni ma ha il grande vantaggio che se le aspettative si rivelassero errate anche le perdite saranno limitate.

4. Long Straddle

Una strategia Long Straddle si verifica quando il trader acquista sia una Call che una Put con lo stesso prezzo di esercizio, sullo stesso sottostante e sulla stessa data di scadenza. Gli investitori spesso utilizzano questa strategia quando ritengono che il prezzo dell’attività sottostante si muoverà in maniera significativa ma non sono sicuri riguardo la direzione che prenderà il mercato. In altri termini si utilizza questa strategia essenzialmente quando ci si aspetta un incremento significativdella volatilità. Questa strategia permette al trader di fare guadagni potenzialmente illimitati mentre la perdita possibile è limitata al costo del premio dei due contratti di opzione. Funziona piuttosto bene nei casi in cui debbano arrivare delle notizie particolarmente importanti e foriere di conseguenze importanti, quale sia poi la reazione e la direzione che prende il mercato non importa, basta che sia intensa.

5. Married Put

Una strategia Married Put è una delle più semplici e viene realizzata quando un trader che acquista (o il più delle volte già possiede) una particolare attività (ad es. azioni, obbligazioni, futures), contemporaneamente acquista un’opzione put per un equivalente sottostante. Questa strategia viene posta in essere quando le aspettative dell’investitore sono rialziste sull’andamento del mercato ma desidera proteggersi da potenziali scivoloni a breve termine, in parole povere se il trader non è perfettamente sicuro riguardo il comportamento a breve termine del mercato. Questa strategia funziona essenzialmente come una polizza di assicurazione e stabilisce un prezzo minimo di vendita se per qualsiasi ragione i prezzi dovessero calare drammaticamente. Il costo è limitato al pagamento del premio mentre il profitto dipende dal prezzo di acquisto del sottostante e dallo strike price della Put.

6. Protective Collar

Un Protective Collar viene eseguito con l’acquisto di una Put out of the money e la contestuale vendita di un’opzione call out of the money sul medesimo sottostante (ad es. azioni, obbligazioni, indici, forex). Questa strategia è spesso utilizzata dai trader quando, dopo aver posto in essere una posizione lunga sul sottostante che è andata in profitto, vogliono fissare un intervallo minimo di utile o una perdita massima senza vendere immediatamente l’attvitá finanziaria detenuta. Il costo di tale strategia varia a seconda degli strike acquistati e venduti, ma può approssimarsi allo zero se questi ultimi son simmetrici rispetto al prezzo corrente di mercato del sottostante. Va da se che la operazione può essere messa in piedi anche al contrario. Vale a dire acquistando una Call  vendendo una Put entrambe out of the money in combinazione con una strategia corta sul sottostante.




7. Butterfly Spread

Un Butterfly Spread rappresenta una strategia unica nel panorama del trading sulle opzioni. La struttura del Butterfly Spread più semplice si configura con l’acquisto di una Call con un certo prezzo di esercizio, la vendita simultanea di due opzioni Call ad uno strike più alto e infine l’acquisto di una ulteriore Call con un prezzo superiore alle due precedenti. Questa strategia può offrire una opportunità con un potenziale di perdita relativamente contenuto quando il trader si aspetta in qualche misura un movimento di mercato al rialzo ma è estremamente incerto circa l’ampiezza di tale movimento. Questo sarà ancor più valido nei casi in cui la volatilità implicita nel prezzo dell’opzione sia bassa, dato che in questo caso le opzioni stesse costeranno meno. L’utile in questo caso dipende dal differenziale tra premi incassati e premi pagati mentre la perdita massima è circoscritta al differenziale tra i due strike piú alti s un solo contratto dato che l’altro risulta coperto in partenza.

8. Long Strangle

Ponendo in essere una strategia Long Strangle, l’investitore acquista una Call e una Put con la stessa scadenza e lo stesso sottostante, ma con prezzi di esercizio diversi. Il prezzo di esercizio della Put sarà tipicamente sotto il prezzo di esercizio dell’opzione Call, e si tratterà in entrambi i casi tipicamente di opzioni out of the money. Anche in questo caso l’investitore che utilizza questa strategia ritiene che il prezzo dell’attività sottostante sarà oggetto un grande movimento e non è sicuro di quale direzione prenderà il mercato. Le perdite viceversa sono limitate ai costi di entrambe le opzioni. La differenza rispetto al Long Straddle, posto che le due strategie sono piuttosto simili, sta nel fatto che lo Strangle risulterà meno costoso rispetto al primo dato che i prezzi di esercizio sono out of the money e le opzioni out of the money costano ovviamente meno. Questa strategia viene utilizzata nel momento in cui ci si aspetta un netto incremento della volatilità del sottostante.


 

9. Iron Condor

Una strategia leggermente più complessa è l’Iron Condor che può essere vista come la combinazione di due Strangle. Essenzialmente si tratta di vendere una Call con un determinato strike e comprarne una ad un strike superiore, facendo lo stesso con due opzioni Put, la prima delle quali sarà venduta, mentre ad un livello di strike inferiore verrà comprata quella di copertura. Questa strategia viene principalmente posta in essere a fronte di aspettative di mercato sostanzialmente stabile o caratterizzato da movimenti laterali per incassare i differenziali nei premi da un lato ma essere coperti da perdite potenzialmente illimitate come avviene con la semplice vendita di un opzione. Se le aspettative del trader si rivelassero corrette anche nel medio periodo sarebbe inoltre possibile chiudere l’operazione in utile con una operazione inversa anche prima della scadenza dato che il suo valore andrebbe scemando.

10. Iron Butterfly

La ultima strategia che presentiamo qui è la Iron Butterfly. Il trader in questo caso vende una opzione Call e una Put allo stesso prezzo di esercizio incassando i due premi, al tempo stesso compra una call e una put con strike rispettivamente superiore e inferiore. Il differenziale tra i premi incassati e i premi pagati risulterà positivo ma i profitti o le perdite risulteranno limitati all’interno di un intervallo specifico. Per essere più precisi quanto più il prezzo del sottostante sarà vicino allo strike delle opzioni vendute a scadenza, tanto maggiore sarà il profitto mentre se questo non dovesse avvenire la perdita massima è fissa ed è determinata dalla chiusura finale del prezzo, dai premi incassati e dai premi pagati. Questa stratega viiene adottata ovviamente in caso di aspettative di mercato piatto.

Comments on this entry are closed.