Forex: un’introduzione.

Forex: un’introduzione.

02/06/2010

Forex: un’introduzione. 4.75/5 (95.00%) 12 votes

1. Le sezioni del Tutorial 2. Termini usati sul Forex 3. Definizione del mercato delle valute

Le sezioni del tutorial.

Guida al mercato delle valute

In questo tutorial andiamo ad esaminare i principali aspetti che caratterizzano il forex e il trading sulle valute. Come in ogni buona guida degna di questo nome partiamo però da una panoramica dei contenuti in modo che tu ti possa fare un’idea generale di quello che vedremo e, nel caso, scegliere ciò che ti interessa di più.

Ovvio, se ti avvicini al mercato dei cambi per la prima volta, considerando che con tutta probabilità lo fai perché vuoi fare trading, non posso che suggerirti di dare un occhiata un po’ a tutto, male di sicuro non ti fa. Anzi, guarda, ti svelo subito al terzo paragrafo e pure aggratis un paio di segreti fondamentali ai fini del trading e non.

Il primo segreto è che non ci sono segreti e chiunque affermi il contrario ti vuole banalmente vendere qualche cosa. Per essere del tutto precisi, va aggiunto che se qualcuno rinuncia a fare utili sui mercati e preferisce vendere “soluzioni per fare trading” significa che le sue soluzioni non funzionano altrimenti le userebbe per arricchirsi all’inverosimile. Chiaro e diretto.

Il secondo segreto è il corollario del primo: un conto è vendere “soluzioni per il trading” un altro è vendere informazione. La differenza tra le due cose è molto semplice. Nel primo caso, in generale, ti imbatti in affermazioni seduttive che riguardano “l’arricchirsi” o il “fare soldi in fretta” mentre nel secondo hai a che fare con contenuti informativi obiettivi che tendono a minimizzare i possibili risultati e ti invitano ad andare coi piedi di piombo.

Consigli per operare sul mercato delle valute

Come con i medicinali, lette le avvertenze passiamo alla cura, ecco dunque una panoramica degli argomenti che andiamo ad affrontare:

  • In questo primo post, oltre alle avvertenze per l’uso di cui sopra, prendiamo in esame una breve rassegna terminologica e una definizione molto generale del forex. Giusto quel che serve per distinguere il mercato dei cambi dalle farfalle che volano e inquadrare un minimo l’argomento.
  • Nel secondo post ho pensato fosse cosa buona e giusta farsi un po’ di cultura generale con qualche cenno storico. Partiamo quindi con dei mercanti di cammelli passiamo da Archimede, salutiamo Bretton Woods arrivando, e anche piuttosto in fretta direi, all’Unione Monetaria Europea che troppa cultura fa diventare ciechi.
  • Nel terzo articolo vedremo quali sono le principali forze che concorrono a creare il mercato delle valute e a renderlo il mercato più liquido e più speculativo al mondo. Potrebbe sembrarti superfluo ma serve, fidati. Conoscerli è importante perché costituiscono una introduzione semplice alle variabili macroeconomiche che devi tenere sott’occhio quando operi.
  • Nel quarto articolo risponderemo invece ad una arguta domanda, infatti se esiste un mercato ci devono essere anche degli operatori che su questo mercato ci lavorano. Posto che do per scontate le finalità speculative del tuo interesse per l’argomento e siccome sappiamo che non è bene accettare le caramelle dagli sconosciuti andiamo a vedere quali sono e come si comportano i principali operatori sul forex.
  • Ora, se esiste un mercato e ci sono degli operatori che su questo mercato acquistano e vendono, ci deve essere per forza qualche cosa che viene scambiato. Nel quinto post cerchiamo quindi di chiarirci le idee su questo aspetto. In altre parole andiamo a vedere quali sono le principali caratteristiche del trading sul forex.
  • Avendo aquisito l’infarinatura generale dal sesto capitoletto della guida in avanti, prenderemo in esame i principali strumenti negoziati nei vari segmenti di mercato. E tu ti domanderai: “perché..? …ce n’è più di uno..?” Ehh, mi sa proprio di si…. ed è pure il caso che tu sappia quali sono. Nella fattispecie vedremo:
  1. Il mercato Spot delle valute
  2. I Forward Rate Agreement
  3. I Currency Future
  4. Le Currency Option
  5. I Currency Swap
  • Arrivati questo punto, sapremo tutto quel che è necessario per poter prendere in esame in modo serio e non un tanto al chilo gli aspetti più tecnici legati al trding sul forex in senso stretto.

Nella consapevolezza che pensavi di cavartela decisamente più in fretta e di fatti stai decidendo cosa saltare, prenditi un minuto di riflessione e nel frattempo leggi i prossimi due paragrafi. Così puoi comunque scegliere l’argomento con cui incominciare, ma almeno abbiamo la certezza di parlare la stessa lingua. Intanto vediamo subito un po’ di terminologia…

Forex, tanti nomi per una cosa sola.

Il mercato dei cambi viene chiamato in diversi modi, quindi per chiarezza introduciamo subito un po’ di sinonimi che altrimenti facciamo solo confusione.

Forex-terminologia

Tutte le volte che sentirai parlare di: mercato delle valute, mercato dei cambi, delle divise, Forex e talvolta anche Fx stiamo parlando sempre della stessa cosa. Sono tutti termini utilizzati per descrivere il luogo (che non esiste) in cui vengono scambiate le monete e le banconote dei vari paesi (che in realtà non vengono scambiate, nella quasi totalità dei casi si specula e basta…).

Discorso ovviamente analogo per ciò che riguarda l’attività di trading ad esso collegata: currency trading, trading sulle valute, sui cambi, forex trading, operare sulle valute ecc. sono tutti termini con cui ci si riferisce alle attività speculative effettuate sul mercato dei cambi.

Fatta questa premessa terminologica, possiamo passare ad una definizione del mercato dei cambi in parole povere, giusto per distinguerlo dall’azionario, dall’obbligazionario e, volendo, anche dal mercato ortofrutticolo. Vediamo quindi cos’è…

Il mercato dei cambi in due parole.

In estrema sintesi cos’è il Forex..? Facile, facciamo un esempio. Se vuoi comprarti un cellulare lo devi pagare, giusto..? Ebbene se vuoi comprarti un po’ di dollari è lo stesso: hanno il loro prezzo e li paghi. Come..? Non certo con altri dollari altrimenti non ne avresti bisogno. Li paghi con un altra valuta. Quindi una definizione generica potrebbe essere:

Forex-definizione

La quantità di valuta (euro, yen, sterline, ecc.) necessaria per comprarsi un dollaro (o un altra qualsiasi valuta) viene chiamata tasso di cambio, mentre il mercato in cui convergono tutti gli acquirenti e i venditori di valute viene chiamato Forex o Fx.

Detto questo, possiamo passare a vedere con uno stile spiritoso e, per quanto possibile in sintesi, alcuni cenni storici sul mercato delle valute.




Leave a Comment